dima
  • Seminary chapel

    Nuova cappella seminarile. Il progetto qualifica uno spazio anonimo ricavando spazi per una cappella liturgica privata ad uso dei seminaristi. La soluzione sperimenta l’uso di un materiale non convenzionale prestato all’architettura: il cartone. La grande quantità di luce che inonda il locale è filtrata e modulata da una cortina di centodieci colonne che abbracciano lo spazio liturgico. Astraendo la tradizione della spazialità sacra barocca il progetto propone uno studio attento dei materiali e dei dettagli: come per le panche in legno e pelle che al pregio delle finiture e della realizzazione artigianale uniscono l'austerità del disegno.
     
    New seminarist chapel. The project qualifies an anonymous volume obtaining spaces for a seminarians private chapel. The solution test with the use of an unconventional architecture material: the cardboard. The large amount of light that floods the room is filtered and modulated by a curtain of one hundred and ten columns that span the liturgical space. Leaving aside the tradition of sacred baroque spatiality, the project proposes a careful study of the materials and details: as the wooden/leather benches that combine fine craftsmanship with austerity of the design.